Risultato della ricerca: community contest: segni del tempo passato
mauriziot
Una foto di cui sono particolarmente contento. A prima vista sembra una modella fotografata in studio ma in realtà si tratta di una ragazza che finito di accudire gli animali della mandria si è prestata cortesemente a farsi fotografare, in modo naturale e con solo una "spolverata" del viso. Le mani evidenziano comunque il duro lavoro svolto quotidianamente.
Maxim_Nital
Verità e leggende del lago di Canterno, noto come lago fantasma...
en.giuliani
Nei giorni di Natale 2023, è terminata la ricostruzione in anastilosi di una porzione suggestiva della Basilica Ulpia, la più grande dell’antica Roma, progettata dal celebre architetto di Damasco, Apollodoro, per l’imperatore Traiano. L’operazione è stata finanziata dal magnate uzbeko Alisher Usmanov, che ha stanziato un milione e mezzo di euro in favore del Comune di Roma. Oggi si ammira uno skyline inedito e a prova di sisma: le colonne originali della Basilica sono state riallestite a formare l’antico colonnato su due ordini sovrapposti, con la ricostruzione di parte del grande architrave che sosteneva l’ordine superiore. Peccato che nel sito, già assediato dai lavori per la metro C, stazionino ancora macchinari e materiali del cantiere ...
fernandospirito55
IL Guardiano del gregge Fedelissimo collaboratore del Pastore
RosannaFerrari
... con la sua codina, sempre sull'attenti, pochi grammi di vivacità assoluta, la cosidetta prova del nove, più sono piccoli, e più sono imprendibili, fotograficamente parlando, si intende .... come mettere alla prova i propri riflessi e, non da ultimo, l'autofocus dell'attrezzatura ahahahhah
bvg1958
Cisterna D'Asti con sfondo del Cervino da Castellinaldo(CN)
en.giuliani
Progettato da Teófilo Seyrig, allievo di Eiffel, il ponte, che congiunge le due rive del fiume Duero, è composto da due strati di ferro sovrapposti, con un arco in ferro battuto che era il più grande al mondo fino al 2017. Lungo 395 metri e largo 8, il ponte è ora parte della metropolitana di Porto.
RosannaFerrari
Il repentino scatto del Pettirosso
en.giuliani
Come noto, è una grossa pietra circolare (circa 1,80 m di diametro) in marmo pavonazzetto che rappresenta una testa di fauno urlante: è la famosa "Bocca della Verità". Probabilmente, un chiusino, a forma di maschera, di una cloaca risalente al IV secolo a.C. Durante il Medioevo era consuetudine condurre l'indagato dinanzi al mascherone (allora affisso alle mura esterne della chiesa di S. Maria in Cosmedin) e fargli introdurre la mano nella "bocca della verità": se innocente, ritirava la mano indenne, ma, se colpevole, il mascherone avrebbe chiuso la bocca, troncando di netto la mano (alcuni maligni insinuavano che i giudici, qualora fossero stati convinti della colpevolezza del malcapitato, aiutassero il mascherone a compiere il suo dovere, ponendovi dietro un carnefice con una spada affilatissima). La tradizione sopravvive ancora ai giorni nostri, dimostrandosi un utile espediente per verificare la fedeltà di sposi e amanti! Oggi il chiusino è posizionato sotto il portico della chiesa di S. Maria in Cosmedin.
LadyGi
Sulla parete di fronte all'ingresso, a metà dello scalone d'onore, campeggia la statua del re Carlo di Borbone, che volle la costruzione della reggia, affiancato dalla Verità (la donna col sole nella mano) e dal Merito (il giovane con la corona d'alloro)
MARINOF55
nei pressi del Ponte Monumentale
IlariaMiani
I Q'eros vivono in remoti villaggi situati sulla catena andina ad un'altitudine di circa 5.000 mt sul livello del mare e sono conosciuti come i diretti discendenti degli Incas. Sono un popolo altamente spirituale e adorano soprattutto Pachamama (Madre Terra) e los Apus (spiriti della montagna). La loro principale fonte di sostentamento è costituita dalla coltivazione delle patate e dall’allevamento degli alpaca, ma vivere nei loro villaggi è diventato più difficile che mai, dal momento che i cambiamenti climatici hanno alterato il ciclo delle stagioni e i terreni sono soggetti a violente tempeste come a grandi siccità.
niconit
Passione del tramonto anche dove regna il caos.
niconit
Rosso di sera bel tempo si spera.
cirodario
Stazione di Portici-Ercolano, vista del porto Granatello con alle spalle il Vesuvio. La prima ferrovia italiana Napoli-Portici commissionata da re Ferdinando II Regno delle Due Sicilie.